Ultima intervista

Posté par crazypiano le 14 juillet 2015

http://www.corrieredelsud.it/nsite/scuola-e-universita.htmlMaria Luisa Macellaro La Franca-122 - Copie

Intervista per pianoforte e orchestra… con Maria Luisa Macellaro La Franca
Scuola e Università

LUNEDÌ 13 LUGLIO 2015 20:53 SCRITTO DA DANIELA CECCHINI E-

Maria Luisa Macellaro La Franca è un’affermata pianista dal temperamento forte e dolce al tempo stesso; è meritatamente considerata una fra le più stimate compositore e direttore d’orchestra italiane in Francia. Nata a Palermo, già in tenera età frequenta il Conservatorio V. Bellini, presso il quale consegue il diploma di pianoforte con il massimo dei voti. Successivamente, inizia lo studio di composizione e direzione d’orchestra, dimostrando una sempre più spiccata attitudine verso la musica.

Per coronare il suo percorso accademico, frequenta la prestigiosa “Università di Alto Perfezionamento” di Zurigo e sotto la guida di K. Scherbakov ottiene vari diplomi, sempre con lodevole profitto.

Quindi, un amore per le Arti musicali che lei esprime in tutte le svariate modalità, portando i suoi concerti in tantissime parti del mondo, fra un successo e l’altro. Maria Luisa attualmente vive a Bordeaux (Francia) con la sua famiglia.

Insomma, l’incessante attività di una talentuosa artista, proveniente dalla Patria del “Bel Canto”, con all’attivo un bagaglio d’esperienza sorprendente, considerata la sua giovane età.

Il suo primo approccio con il pianoforte risale all’infanzia. Immagino siano stati i suoi genitori ad intuire la sua straordinaria attitudine per la musica. Un ricordo che l’ha toccata particolarmente nel corso dell’ esperienza in Conservatorio?

Si , effettivamente i miei genitori mi hanno sempre spinta, fin dall’infanzia, allo studio di uno strumento per la mia crescita culturale; ma la scelta del pianoforte è stata completamente casuale. In casa avevo una piccola tastiera ( regalo di compleanno per i miei 7 anni) ed adoravo strimpellare delle musiche che ascoltavo alla tv o che inventavo .

Con la mia ammissione al Conservatorio V. Bellini di Palermo invece dal gioco sono passata ai concorsi di pianoforte ed ai concerti, con il mio debutto a 13 anni in un primo recital per gli « Amici della Musica » di Palermo .

Il mio ricordo più bello è di avere condiviso gli studi con mia sorella ,che è una brillantissima pianista.

Il suo amore ed il suo modo di suonare il pianoforte sono stati per me lo stimolo più forte, al fine della mia crescita musicale e personale .

Lei ha frequentato la Zuerich Musikhochschule, un’università per l’alto perfezionamento della musica. Quale diploma ha conseguito?

Ho conseguito il Konzertdiplom in pianoforte con K. Scherbakov e diversi altri diplomi in musica da camera, jazz , musica antica su strumenti d’epoca, per i quali nutro da sempre un grande passione e musica contemporanea.

Lo studio della musica impone rigore, disciplina, continuità, diligenza; regole che paragonerei agevolmente al mondo della danza. Questo lungo percorso accademico ha forgiato in qualche modo il suo carattere?

Eccome ! Mi ha insegnato il rigore, ma anche la libertà di esprimere la mia indole, il mio aspetto intrinseco, attraverso la musica .

Chiaramente gli anni dello studio sono stati i più difficili , ma tutti i sacrifici fatti mi hanno permesso di vivere oggi della mia passione, si pura passione , poichè non riesco ancora ad immaginare la musica, intesa come un lavoro!

Ho ascoltato alcune sue esibizioni al pianoforte e sono rimasta particolarmente colpita dal Valzer di Chopin. Intenso il suo dialogo con le note, grazie ad un eccezionale virtuosismo. Potrebbe spiegarmi l’emozione e le sensazioni che si provano nel suonare il pianoforte, o altri strumenti appartenuti a musicisti famosi?

Suonare il pianoforte è una esperienza fisica e mentale molto forte , suonare « il pianoforte  » di Chopin o di Liszt, come sto facendo da qualche mese , invece è una esperienza trascendentale …

Suonare Chopin su di un “Pleyel Chopin” é una sensazione assolutamente mistica, difficile da spiegare e senza nessun paragone possibile.

Il mio debutto sul “Pleyel Chopin”, ( che il compositore ha posseduto nel suo ultimo anno di vita), il 21 marzo scorso a Châteauroux ( Francia) é stato per me un vero colpo di fulmine! Un concerto che diventerà un disco il 18 settembre, per l’etichetta francese “LUX CLASSIC”.

Qualche anno fa è stata direttrice stabile dell’orchestra sinfonica di Bordeaux, un incarico autorevole. Successivamente ha iniziato la direzione dell’associazione Ensemble Orchestral “Sans Frontieres”, composta da 40 musicisti professionisti ed amatoriali. Quali generi musicali siete soliti rappresentare, oltre la Musica Barocca?

L’Ensemble Orchestral è abituato ad ogni sorta di repertorio dal quello sinfonico a quello moderno.

Abbiamo creato diverse opere ed accompagnato diversi solisti internazionali.

Come è nata la sua collaborazione sia come pianista, che come direttore d’orchestra con E. Peclard, S. Rougier, S. O’Brien ed altri illustri musicisti?

Una splendida esperienza; infatti, mi sono trovata a condividere con loro qualche concerto, sia come compositore che come direttore e pianista.

Il Maestro Peclard, che è uno dei più grandi violoncellisti francesi ,mi ha commissionato “SHARADE” uno studio da concerto per il suo « piccolo »: un nuovo violoncello creato da un liutaio appositamente per lui. E’ partito in tournée in giro per l’Europa con il mio pezzo, questo è stato un grandissimo sogno che ho realizzato come compositore .

A maggio prossimo condividerò ancora qualche concerto con lui e Stephane Rougier, in trio su un pianoforte “Clementi 1823” e presenteremo un repertorio di compositori sconosciuti francesi dell’epoca romantica.

Sempre con Rougier, il prossimo 14 agosto suonerò al grande “Festival internazionale di Bayonne”, dove presenteremo anche stavolta un compositore « dimenticato »: Delphin Alard.

Sarah O’Brien invece la conosco dai tempi della Svizzera , durante i miei 6 anni passati a Zurigo tra studio e vita ed abbiamo intrecciato una bella amicizia, che dura nel tempo e si è arricchita di qualche concerto con lei Solista e la sottoscritta, nei panni di Direttore d’Orchestra .

La sua emozionante opera “Cantate pour la morte de Falcone et Borsellino”, rappresentata in prima assoluta in Francia, nel 2012 è arrivata in Italia. Cosa ricorda della prima a Palermo, la sua città natale?

L’emozione grandissima di avere nel pubblico la Famiglia Falcone e la Famiglia Borsellino.

Le lacrime di commozione versate da Rita Borsellino e dai familiari del giudice Falcone resteranno sempre impresse nel mio cuore.

E poi eseguire la mia Cantate nella mia Sicilia, ( la Terra da cui sono fuggita), é stata come una sfida, lottare

contro la mafia in Sicilia è sempre una sfida …è il mio « grido » d’artista che dice NO alla Mafia e all’omertà.

Interessante ed encomiabile il suo impegno a sostegno dei diritti umani. Vorrebbe parlarmi della sua opera in corso di realizzazione, che parla dei genocidi in Africa?

Da qualche hanno utilizzo le mie opere per parlare di problemi “umani  » che mi stanno a cuore ; così è stato con La “Cantate per la Mafia” , con Emes Symphonie , per le vittime dell’olocausto e lo farò ancora con la “MESSE POUR LA PAIX” dedicato ai « problemi » dello sfruttamento delle popolazioni africani .

Genocidi , virus sicuramente messi li di proposito, problemi politici gravissimi, fame e sete, sono solo una minima parte dei « problemi » dell’Africa; ma, purtroppo, tutto ciò non sembra turbare più di tanto l’opinione pubblica.

Anche stavolta ho scelto di non chiudere gli occhi, nella piena consapevolezza che i testi della mia nuova opera faranno ancora « baccano », ma non posso esimermi, altrimenti non potrò più guardarmi allo specchio.

Un sano impegno civile rientra fra i doveri morali dell’artista, che dovrebbe consapevolmente utilizzare la sua arte a sostegno di cause nobili.

La musica é un linguaggio universale e come tale ha il privilegio di essere un ottimo specchio per le cause umanitarie e in ogni caso per me rappresenta esattamente ciò.

Dall’inizio di quest’anno si sta attivamente dedicando ad un singolare progetto musicale, rivolto alla scoperta di autori nuovi e alla riscoperta di autori non più pubblicati. Come pensa di strutturarne la realizzazione?

Ho in cantiere diversi concerti e dischi con un repertorio completamente sconosciuto.

Ho avuto la fortuna di tenere fra le mie mani spartiti manoscritti di grandi autori molto conosciuti nel 1800 , e completamente dimenticati oggi. Il mio progetto è di restituire a questi artisti la visibilità che meritano.

I suoi dischi, generalmente, sono accompagnati da letture di poemi inediti del romanticismo francese, reperiti dal famoso musicologo Jean Yves Patte, fra l’altro il più grande esperto al mondo di componimenti storici “chopeniani”. Vorrebbe parlarmi di questa singolare esperienza, che accomuna musica e poesia, due modalità espressive dell’arte diverse ma fondamentalmente empatiche?

Ho conosciuto Jean Yves Patte attraverso un suo bellissimo libro e ho deciso di scrivergli una lettera d’ammirazione due anni fa.

Da quel giorno siamo diventati molto amici e condividiamo diverse produzioni artistiche, che vedono come protagonisti , appunto, autori sconosciuti oggi, ma celeberrimi nel periodo romantico francese .

Adoro suonare ed ascoltare il suono che si coniuga alla parola , creando una magica atmosfera, che secondo me costituisce una bellissima e valida alternativa al recital pianistico classico.

Il pubblico sembra apprezzare , ed io trovo che questa formula racchiuda sostanzialmente tutto quello che mi piace.

Lei è un’artista a tutto tondo, musicista, compositore e direttore d’orchestra ed attualmente abita a Bordeaux. Pensa che in futuro continuerà a vivere all’estero?

Sicuramente , la Francia è stata il trampolino di lancio per la mia carriera , sono quasi sicura che in Italia non avrei potuto avere le stesse opportunità; purtroppo professionalmente in Italia non è tutto oro quel che luccica, ( a buon intenditor..)

l’Italia ha dato i natali a tantissimi artisti, che hanno contribuito a tener alto il prestigio del nostro Paese nel mondo. La creatività ci appartiene da sempre, fa parte del nostro DNA. Quale potrebbe essere il suo messaggio di esortazione rivolto ai più giovani, in un momento di difficoltà, come quello che stiamo attraversando?

Io esorto i giovani a spegnere gli schermi del web, ( facebook, twitter, videogiochi, email etc etc ) ed aprire un buon libro, andare ai concerti che, fra l’altro, spesso sono anche gratuiti ed informarsi in modo indipendente.

Solo la cultura ci salverà dall’oblio .

 

 

 

 

http://www.corrieredelsud.it/nsite/scuola-e-universita/21360-intervista-per-pianoforte-e-orchestra-con-maria-luisa-macellaro-la-franca.html

Publié dans Non classé | Pas de Commentaire »

Semaine Musicale de Bayonne

Posté par crazypiano le 12 juillet 2015

AfficheA bayonne

Bonjour Mes Amies … j’espère vous voir nombreuses a mes concerts en Charente Maritime …

Je joue en Duo avec Stéphane Rougier violoniste extraordinaire au Festival de Bayonne !

Ce concert est très particulier .. un Programme oublié de Delphin Alard ..

Programme du duo Violon /Piano 14 /08 21h00

Maria Luisa Macellaro la Franca piano
Stephan Rougier Violon

D. ALARD « la Juive  » ( dernier édition fin 1800)
M/ Ravel Tzigane
P.De Sarasate  » Zigeunerweisen »
D.Alard Grand Duo Concertante ( dernier édition fin 1800)

 

Autrement voici les dates de Juillet Août et Septembre

Prochain tour
Juillet
8 Théâtre de Jonzac
15 duo cromatico Eglise de Jonzac
24 Duo Cromatico Salle ds fêtes Boussac Foret recital
29 the fireland Théâtre du Châteaux de Jonzac
Aout
14 festival international de Bayonne Théâtre Municipal avec Stephane Rougier violon
19 trio Flamenco avec Antoine guerrero et emmanuel lahoz Theatre du Chateaux de Jonzac
20 21 22 the fireland tournée Charente Maritime dans le festival Estivales ( Jonzac , germignac ..)
SETTEMBRE
3 the fireland Théâtre du Châteaux de Jonzac
18 enregistrement de Chopin / Sand avec Jean-Yves Patte au musée de Châteauroux suivi de concert
21 récital Chopin / Sand à Paris privé

 

 

Publié dans Non classé | Pas de Commentaire »

news concerts et dernière critique à notre concert du 16 mai à Croignon

Posté par crazypiano le 22 mai 2015

 

 

 

 

11110258_10205731560521216_3657358931689320802_n11034040_919642208093937_2699632015359495233_n

 

 

 

PROCHAINE CHOPIN/SAND

Parempuyre 27 juin 17H00 ART Y SHOW

 

 

 

 

 

ORCHESTRE SANS FRONTIERES RECRUTE
Bonjour les amies Amateurs du 33
Une nouvelle année en musique se prépare pour 2015 /2016
Je suis en recherche de un lieu pour répéter et j’ai peut être la possibilité( ça va se confirmer bientôt ) de le faire en plein Bordeaux
j’ai décidé de répéter 2 fois par moi à partir de octobre les vendredis soirs pour préparer 3 concerts avec ce PROGRAMME
CONCERT DE NOËL EN DÉCEMBRE
Mozart symphonie n 1
Beethoven 2 mouvement symphonie n 7
Haydn Symphonie n 99
AVRIL SOIRÉE CONCERTO
Mozart Symphonie n 39
Mozart concerto n 3 pour violon et orchestre ,Soliste Stéphane Rougier
JUIN en collaboration avec différentes chœurs de la région
MESSE POUR LA PAIX ( MARIA LUISA MACELLARO LA FRANCA ) POUR CHŒUR ET ORCHESTRE UNE PRODUCTION DE BORDEAUX
Le PLANNING EST EN PRÉPARATION ET VOUS ALLEZ LE AVOIR TRÈS BIENTÔT
JE VOUS ANTICIPE QUE LES REPETITION SONT SUREMENT DE 20H30 A 22H30 2 vendredis par mois
VOUS PARTICIPEZ A L’AVENTURE ,
MARIA LUISA
pianomary@hotmail.it

Publié dans Non classé | Pas de Commentaire »

Prochain Chopin Sand à Croignon 16 MAI 20H30 EGLISE de CROIGNON

Posté par crazypiano le 4 mai 2015

Notre prochain Chopin Sand est à Croignon à l’Eglise à 20H30  le 16 MAI

venez passer une soirée romantique autour de une de plus belles Histories d’amour de tout les temps

10996583_10205048498965104_5492484721036546971_o - Copie - Copie

 

Maria Luisa Macellaro La Franca was born in Palermo in July 1980 and began studying piano ( under Maestro A. Sottile), composition (under Barbara Rettagliati and Stefano Canazza) and conducting ( under maestro C. Caruso ) at Conservatorio V. Bellini where she received her diploma with honours.

She continued her studies at the University of Music of Zürich (Zürich Musikhochschule) under the guidance of K. Scherbakov (piano) U. Koella, N. Chastain (chamber music) A. Desponds (jazz ), Kees Boeke (ancient music) and M. Ziegler (Neue Musik) gaining the Konzertdiplom with highest honours.
She studied in other conduction with Lior Shambadal ( Berliner Philarmonicher Leader)
She won first prize in numerous nationals and internationals competitions including:
F.I.D.A.PA. 1992 Modica Piano competition 1 prize
AICS Toni Pardo Piano competition 1994 1 prize
Osimo Cup Pianists of Italy Competition 1995 1 prize AMA Calabria piano competition 1995 1 prize
Concorso Pianistico Città di Palermo 1999 1 prize
Ibla Grand prize International Music competition 2000
3 prize and special prize accomplished artist and promising
As a composer she then won, for her Opera «Cantata for the Death of Falcone and Borsellino»:
Envie d’agire France 2009, Label Iddac à la Creation 2009, “Ambasciatrice di cultura nel Mondo” 2012, Italy.
For her Opera EMES SYMPHONIE:
“Prix du conseil Général de Gironde” co-production of the Opera, 4 Nominations I.H.R.O, AMBASSADOR HUMAIN RIGHTS, Ambassador for the women rights in Music,
International Human Rights Commission (IGO) as Goodwill Ambassador for Peace.
She has played for several major theatres such as the Teatro Massimo and Politeama of Palermo, the «Amici dell’Opera» of Piacenza, at the», Sala San Giovanni in Cuneo» (Italy), Konzert Saal of Msikhocschule Winterthur, Bleuer and Grosser Saal of Zürich, Musikkollegium of St Morizt, Sala Boccadoro in Lugano (Switzerland), the «Grand Théâtre Pin Galant» Bordeaux, the «Hall du Vigeaun» Eysines, the «Théâtre Medoquine» Talence of the Scenith of Toulouse (France), the «Centre de Cultura» of Madrid and the Teatro of Villalba (Spain), the Museum MAM and The Institute of Italian Culture in Rio de Janeiro (Brazil), the theatre of Banco Ipotecario in Mendosa and the Theatre Lugan (Argentina)…
From September 2011 to 2012 she has been director of the “Molto assai Orchestra” of Bordeaux, with whom she played in the most prestigious theatres in south of France.
From June 2012 she is director of the ensemble orchestral “Sans Frontieres” (40 musicians) which she founded in Bordeaux and with whom she played an active throughout the Gironde (contemporary artistic creations and baroque music).
She also took part in numerous international festivals such as «Lacanau Festivals» and Festival de Journée Arles (France), Capvern Festival (Spain), Balkan festival (Switzerland).
Swiss Harpe Festival Bern.
Rio international harp festival ,Armonie d’autunno Salvi. Basel Harfen Tag..etc
She is and founder and artistic director of the “Autour du Piano et de la Harpe Festival”, taking place every year in Avril in Bordeaux. She furthermore uses to play in “El trio Krankspieler” (piano, harp and percussions). As a composer she wrote several works for ensemble and orchestra, some of which are performed in several French and Italian theatres.
Her Opera «Cantate pour la Mort de Falcone et Borsellino», performed in France (Bordeaux Casino Theatre and Theatre Jean Vilart Eysines) was awarded with the “Envie d’Agir 2009” for the Best French artistic creation, and also received the prize «Label IDDAC». In November 2012 has been played as Italian premiere at the Golden theatre in Palermo, attending the highest Italian State authorities and broadcasted live on Sky TV, Tele-Trinacria, TVM; the city of Villabate offered to her in that occasion the prize as “Ambassador of culture in the world 2012”.
Her latest creation, Emes Symphony, commissioned by the French State for the anniversary of the «European HOLOCAUST victims», has been performed at the Theatre Jean Vilar Eysines gaining a great success of audience and critics (more than 1200 people attended the 4 concerts: 26 and 27 January 2013 and 7 – 8 Mai 2014 ) and will be carried out soon in several French cities at request of the French State.
Actually she is working at MESSE POUR LA PAIX (pour Choir, Theatre and Orchestra, another commission from the French Government, speaking about Africa Humain Genocides).
She is resently working at a new French commission: APHRODITE THE MUSICAL, an Opera for the Women Rights (first execution: 2016, EYSINES).
Maria Luisa regularly collaborates with leading artists such as Rudolf Koelman , Andrea Padova, Etienne Peclard, Sara o’ Brien , Claudio Ferrarini ,Hervé ‘Nkaoua ,.
Maria Luisa Has made her debut as conductor, with Berliner Sinfonietta last February in Berlin
In September 2015 she will record her first CD solo piano with Chopin répertoire
She will make her China Debut as Pianist courent 2015/2016 , with a programm all dedicated to Chopin
And She will debut in Holland « théâtre aan het Vrijthof  » Mastrichtin june 201610996583_10205048498965104_5492484721036546971_o - Copie - Copie

Publié dans Non classé | Pas de Commentaire »

123456...26
 

MUSICALEMENT VÔTRE |
Schaine |
art-world-Rock |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | jazzetcirque
| Rap Algérien
| discomobile filou disco